Come fare riqualificazione energetica


Per ReQuality LAB ogni edificio è un “organismo” composto da involucro (la “scatola”) e impianti; migliorare solo gli impianti senza ridurre le dispersioni dell’involucro è poco efficace.

Quasi tutti gli edifici attuali sono stati progettati senza pensare all’efficienza energetica: prima si realizzava una “scatola” poco efficiente e dopo si installavano impianti molto grandi e potenti per produrre il calore. Anche le successive manutenzioni straordinarie hanno seguito questa filosofia, intervenendo separatamente sull’involucro oppure sugli impianti per l’energia.

Fino a poco tempo fa non esisteva la cultura tecnica né le tecnologie energetiche innovative che oggi sono invece facili da reperire a costi sempre più ridotti.

Se ben isolato ogni edificio ha bisogno di poca energia. Infatti la gran parte dell'energia e del calore prodotti vanno dispersi attraverso vetri, facciate, tetti e poggioli. Migliorare gli isolamenti vuol dire quindi ridurre il fabbisogno e il consumo. Oggi esistono cappotti termici, material isolanti per tetti e finestre ad alte prestazioni che hanno costi contenuti e che si possono applicare con facilità anche su edifici esistenti.


Una volta ben isolato ogni edificio può prodursi da solo la poca energia necessaria. Tramite un impianto fotovoltaico sul tetto si produce energia non solo (e non tanto) per i consumi elettrici, ma soprattutto per alimentare pompe di calore ad alta efficienza che riscaldano e raffrescano l'edificio secondo i nuovi fabbisogni.

termografia

  • l’isolamento termico
  • l’efficienza degli impianti
  • l’uso delle fonti rinnovabili

  • risparmiamo energia
  • riduciamo i costi
  • risaniamo l’edificio
  • rivalutiamo l’immobile
  • rilanciamo il comfort

  • intervento “chiavi in mano” sull’intero organismo edificio per raggiungere il traguardo near zero energy building
  • in costante integrazione con il cliente

L’intervento è comunque su misura del cliente