Efficienza energetica: semplificare la normativa per rilanciare

Efficienza energetica: semplificare la normativa per rilanciare

La chiarezza e la semplicità delle norme e delle leggi, così come la loro stabilità nel tempo, sono elementi che certamente possono favorire la diffusione dell’efficienza energetica. La proposta di riprendere la normativa e realizzare un Testo Unico, senza nuove leggi, avanzata dall’AICARR è senz’altro un’ottima idea.

I nostri clienti, sia privati che aziende, conoscono per sommi capi la normativa e sanno che esistono diverse forme di incentivazione, ma spesso la complessità e l’incertezze frenano o ritardano gli interventi, invece di favorirle.

Anche dal punto di vista tecnico la normativa italiana non brilla per semplicità, e può causare difficoltà agli operatori dei settore, progettisti, certificatori e installatori.

Le direttive europee nate per regolare ma anche per facilitare lo sviluppo dell’efficienza energetica degli edifici sono state spesso recepite in Italia con percorsi lunghi, complessi e spesso contraddittori.

L’Aicarr, la principale associazione italiana del settore degli impianti lo sostiene da tempo e suggerisce alle istituzioni politiche nazionali di riprendere globalmente la normativa e realizzare un Testo Unico che faccia chiarezza.

La proposta è meritoria e sicuramente può produrre grandi risultati.

E’ importante però che ragionando in maniera complessiva si tenga a mente che per raggiungere risultati importanti di efficienza energetica bisogna lavorare a partire dall’involucro e non solo sugli impianti, ampliando la prospettiva e facendo dialogare i due “mondi” dell’edilizia e dell’impiantistica.

 

 

Share