L’efficienza energetica degli edifici nel programma del nuovo Presidente della Commissione Europea

L’efficienza energetica degli edifici nel programma del nuovo Presidente della Commissione Europea

Un obiettivo vincolante sull’efficienza energetica e, in particolare, la declinazione sugli edifici, vengono espressamente citati nel discorso di presentazione di Juncker al Parlamento Europeo.

Jean Claude Juncker è da qualche giorno il nuovo Presidente della Commissione europea.

Sui temi dell’energia il suo discorso programmatico rilancia lo sviluppo delle fonti rinnovabili, utili non solo dal punto di vista ambientale ed economico, ma anche politico, al fine di ridurre la forte dipendenza europea dall’estero, in particolare da paesi a rischio instabilità.

Colpisce che il testo del discorso citi espressamente l’obiettivo di migliorare significativamente l’efficienza energetica andando oltre l’obiettivo del 20% al 2020 “in particolare per quanto riguarda l’edilizia”. Da cenerentola delle politiche europee l’ee è diventata la principessa dei progetti e programmi concreti.

Per un approfondimento.

Share