Relamping con tecnologia LED per ReQuality

Relamping con tecnologia LED - studio illuminotecnico- rendering
20 Mar 2016

Il relamping con tecnologia LED è un intervento di realizzazione relativamente semplice e permette di incidere in modo significativo sui consumi elettrici degli edifici; è importante però non limitarsi alla mera sostituzione dei corpi illuminanti, ma partire con uno studio illuminotecnico che ottimizzi l’intervento considerando sia la sostituzine che la razionalizzazione dei corpi illuminanti installati. E’ questo l’approccio di ReQuality, applicato anche nell’ultimo lavoro svolto per Genova Parcheggi con cui si sono individuati risparmi del 50% e un tempo di rientro di 3 anni circa.

La riqualificazione energetica è infatti un processo globale, che interviene su tutte le fonti di consumo energetico. Tra questi anche l’illuminazione, responsabile mediamente del 20-25% dei consumi elettrici negli edifici. L’approccio ottimale però non è acquistare semplicemente prodotti più efficienti senza tener conto dell’efficienza del sistema, dei requisiti normative e di benessere vigenti. E’ invece essenziale far precedere all’intervento uno studio illuminotecnico che analizzi lo stato di fatto e proponga un ventaglio di interventi migliorativi legati alla sostizione o razionalizzazione dei corpi illuminanti installati.

Questo è l’approccio di ReQuality, sviluppato ad esempio per la società Genova Parcheggi S.p.A., che ha richiesto a ReQuality LAB una analisi del vetusto impianto di illuminazione dei propri uffici di Via delle Brigate Partigiane a Genova, al fine di valutare la convenienza di un intervento di relamping con apparecchi dotati di tecnologia LED.

Lo studio ha permesso di individuare tutte le criticità: aree degli uffici sovrailluminati, ambienti che non rispettavano le prescrizioni normative e scorrette disposizioni degli apparecchi; ReQuality ha proposto una serie di scenari migliorativi, in funzione delle necessità della Committenza, con i conseguenti costi di intervento stimati e tempi di ritorno dell’investimento.

Il risultato è stato l’individuazione dei consumi elettrici attuali per l’illuminazione e la stima di quelli presunti dopo l’intervento migliorativo. A titolo di esempio, nell’intervento che prevede la sostituzione di tutti i corpi illuminanti si è stimato una riduzione del 50% della potenza installata totale, rispettando i requisiti illuminotecnici richiesti dalla normativa, e del fabbisogno energetico, permettendo, a seconda degli apparecchi suggeriti, un tempo di ritorno variabile dai 3 ai 5 anni.

Share

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *